Diastema interincisivo


Warning: preg_match(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/studiog2/public_html/wp/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 1384

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/studiog2/public_html/wp/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 700

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/studiog2/public_html/wp/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 707

Warning: preg_match_all(): Compilation failed: invalid range in character class at offset 4 in /home/studiog2/public_html/wp/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 700

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/studiog2/public_html/wp/wp-content/plugins/lightbox-plus/classes/shd.class.php on line 707

Articolo n°193 per la Rubrica “Il Dentista” de La Città bazar n°18 (dal 25 settembre al 8 ottobre 2004).


            Con questo termine specialistico si indica, per consuetudine, la spaziatura che a volte si crea tra i due incisivi centrali superiori permanenti. Tale spazio è quasi sempre dovuto ad un’inserzione troppo bassa del frenulo centrale superiore, cioè quella parte filiforme che si evidenzia sollevando il labbro superiore. Questo, invece di inserirsi, come normalmente dovrebbe, un paio di centimetri sopra il margine gengivale, cioè ben distante dai denti, è più in basso, tanto da poter a volte coincidere con la papilla presente tra i due incisivi centrali.

Se lo spessore di tale frenulo è di limitate dimensioni, c’è la possibilità, nel momento in cui erompono i

canini permanenti (a 11-12 anni), che questi, trovando uno spazio ridotto, spingano i denti circostanti fino a poter far collassare il frenulo.

Nella maggior parte dei casi però è necessario intervenire chirurgicamente per asportarlo. Si tratta di un intervento di pochi minuti che viene sempre eseguito ambulatorialmente in anestesia locale e che non da alcun tipo di problema postoperatorio. Dubbi invece possono sorgere sul momento giusto per intervenire.

Nel caso in cui il frenulo è di notevoli dimensioni è senz’altro preferibile eliminarlo prima che erompano i canini permanenti. In tal modo la spinta eruttiva di tali elementi provoca nella maggior parte dei casi la chiusura del diastema centrale, senza quindi la necessità di dover intervenire successivamente con un apparecchio ortodontico. Quando invece il frenulo è di dimensioni ridotte, si può scegliere di aspettare nella speranza che la situazione si risolva da sola con l’eruzione dei canini. Nel caso non si avesse la chiusura spontanea del diastema si dovrà intervenire successivamente, probabilmente dovendo applicare anche un apparecchio ortodontico. E’ compito quindi del clinico valutare attentamente, aiutato da un esame radiografico, la situazione per decidere la soluzione più opportuna.

Un’altra possibilità, su cui però non tutti gli operatori concordano, è di intervenire sempre con un’apparecchiatura ortodontica, provocando la chiusura forzata del diastema nonchè il colassamento e il riassorbimento del frenulo. Dopo un breve periodo di contenzione il problema viene praticamente risolto in modo meno traumatico. Contro tale tecnica c’è la possibilità che il frenulo, non riassorbendosi, possa successivamente riaprire il diastema, dovendo quindi procedere con le metodiche prima descritte.

Ciò premesso, occorrerà ancora una volta far riferimento ai consigli del proprio dentista per trovare insieme la soluzione più consona al proprio caso.

Dott. Ettore Gaudiosi

odontoiatra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.